Salvatore Tripodi

Sempre più frequentemente in questi giorni ricevo telefonate di pazienti/amici che mi chiedono se siano corrette le seguenti affermazioni:

1) A Natale per il cenone facciamo un bel tampone e ci vediamo tranquillamente!!! E’ sicuro??

Riposta: NO!!!!

2) Sono stato in contatto stretto con un positivo: faccio subito un tampone così se è negativo, faccio vita normale . Vero?

Riposta: NO!!!!

Un test negativo può ridurre i rischi ma non è assolutamente sufficiente per scongiurare il contagio. Anche se un infettivologo di “nome” nei giorni scorsi lo ha detto alla TV. Mascherine, distanziamento fisico e misure di igiene (lavaggio delle mani, non toccare il volto con le mani e ventilare i locali) vanno mantenute !

Analizziamo le varie possibilità di risultato con il tampone per Sars-Cov2

TAMPONE POSITIVO: Il tampone* diventa utile se risulta positivo: in tal caso il soggetto deve stare in isolamento mentre nulla cambia per il contatto stretto di positivo che passa dalla “quarantena” all’isolamento che prevede un tampone molecolare negativo dopo 10 giorni dal primo (se asintomatico). * La positività al test rapido deve essere confermata al molecolare

TAMPONE NEGATIVO: Un tampone fornisce la situazione al momento in cui  viene effettuato (è una istantanea!). Abbiamo 4 possibilità:

1)    La persona non ha il virus.

2)    La persona non ha, al momento, il virus ma se lo prende dopo, magari prendendo un mezzo pubblico. 

3)    La persona potrebbe  avere l’infezione in corso, ma non avere ancora abbastanza virus  da essere rilevato dal tampone (in particolare quello rapido che è meno sensibile). 

4)    La persona ha il virus ma l’esame non lo rileva perché non eseguito adeguatamente (errori tecnici di prelievo specie per quello rino-faringeo)

5)   La persona ha il virus ma l’esame non lo rileva (Falso negativo: con i test rapidi è possibile intorno al 20%, bene che vada!)

Sono tanti i casi di persone negative ad un primo esame che si sono positivizzate dopo 1 o più giorni dopo.

QUALI TAMPONI?

–       il tampone molecolare classico può rilevare il virus anche quando è a livelli molto bassi. Presenta comunque un certa percentuale di falsi negativi (esame normale ma virus presente), quindi non è infallibile. Inoltre il risultato arriva, per problemi tecnici, non prima di 48-72 ore, se non di più 

–       Test rapido o antigenico:  più veloce e anche meno costoso fornisce il risultato dopo pochi minuti, ma in molti casi non è abbastanza sensibilie da rilevare la presenza del virus quando è in quantità scarse e presenta un alta percentuale di falsi negativi e anche dei falsi positivi (Virus assente ma test positivo).

Insomma l’idea di fare un cenone numeroso con tanti ospiti basandosi sulla negatività di un tampone rischia di creare una piccola epidemia e di mettere a rischio la salute, e la vita, di alcune persone.

(Se proprio si vuole organizzare in sicurezza si fa fare una quarantena di almeno 10 giorni e un tampone al 10 giorno, oppure di 14 giorni, e poi ci si vede in sicurezza, se tutti hanno fatto la quarantena, per il cenone….Un po’ impegnativo però)

CONDIVIDI

Seguici su:

Contatori

  • 61736Totale letture:
  • 52Letture odierne:
  • 449Letture scorso mese:
  • 46922Totale visitatori:
  • 19Oggi:
  • 322Visitatori per mese:
  • 0Utenti attualmente in linea:
  • 17/05/2018Il contatore parte dal 17/05/2018:

Categorie

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere costantemente informato

Loading

Archivi

Navigando sul nostro sito accetti la privacy policy. Il sito utilizza i cookies di terze parti per profilare gli utenti.
Maggiori informazioni